Cyber Sicurezza: i termini che bisogna assolutamente sapere

Familiarizzare con i termini relativi alla sicurezza internet aiuta a riconoscere meglio le minacce più pericolose per la nostra azienda e i nostri computer e quindi evitare conseguenze poco piacevoli.

Cyber Sicurezza: i termini che bisogna assolutamente sapere

Ecco un breve ma fondamentale vademecum di termini e locuzioni, il cui significato, quando si parla di sicurezza informatica, è bene aver chiaro.

1 – Adware

È un software che mostra annunci pubblicitari sui computer. Può avere varie forme, ma spesso è una pubblicità pop up disposta sulla sidebar del browser. Solitamente è più un fastidio che un pericolo alla sicurezza, ma in alcuni casi potrebbe monitorare ciò che fai con il browser e rilasciare i dati a terze parti.

2 – Software Antivirus

Tiene sotto controllo il computer per cercare e bloccare programmi nocivi come i virus. Per mantenere protetto il pc bisogna sempre aggiornare il software regolarmente.

3 – Encryption

Trasforma il testo normale in testo cifrato, illeggibile senza la password. Una volta che gli utenti digitano la password di encryption corretta, il testo viene decodificato. E’ il sistema migliore per tenere al sicuro dati e informazioni sensibili da spie, ladri ed errori di divulgazione.

4 – Firewall

Un firewall crea una barriera tra internet e il computer, per aiutare a bloccare hacker, virus e altre minacce: una vera e propria linea di difesa. L’obiettivo dei firewall e’ quello di controllare il flusso di informazioni che partono ed arrivano al computer e verificare se le informazioni scambiate seguono o meno criteri legittimi.

5 – Hacker

Un hacker è un utente non autorizzato che riesce a recuperare gli accessi a dati privati di aziende e professionisti. Mentre la violazione di un computer può essere usata per molteplici intenti. Molti hacker vogliono intenzionalmente distruggere o danneggiare in modo permanente un singolo computer o un intera rete.

6 – Keylogger software

È un particolare tipo di spyware che registra l’attività sulla tastiera nel momento in cui viene usata per scrivere e compilare form, email, messaggi istantanei o indirizzi web, e invia i dati a terze parti.

7 – Malware

Sta per MALicious softWARE, programma malevolo, ed è un termine usato per descrivere software o codice che è stato creato per danneggiare un computer o recuperare informazioni. Adware, trojan e spyware ne sono esempi.

8 – Phishing

È una tecnica con la quale i cyber criminali lanciano una email che sembra inviata da una persona reale, appartenente ad una azienda di fiducia. L’email convince la vittima a lasciare informazioni come data di nascita o dati account, che poi i criminali useranno per rubarne l’identità e il denaro.

9 – Security patch

È usata per fissare delle vulnerabilità di un software o un sistema operativo che gli hacker possono usare per infettare i computer con un virus o un altro tipo di malware.

10 – Spyware

È un tipo di malware usato per “spiare” il pc, collezionare dati specifici e comunicare queste informazioni a terze parti. Uno spyware può catturare ogni cosa facendo screenshot di password e email.

11 – Secure Socket Layer

È un protocollo di sicurezza di rete che protegge le informazioni dell’utente che naviga su internet. Un sito web che comincia con “https” usa una connessione SSL pertanto è più sicuro di uno che inizia con “http”.

12 – Trojan

È un malware che, all’apparenza, sembra un programma utile e legittimo, ma una volta installato, può permettere ai cyber criminali di fare cose come cancellare o modificare dati, rubare informazioni sensibili o interrompere le prestazioni del pc. Molti trojan vengono inviati tramite email, servizi online e download di giochi gratis e musica.

13 – Virus

È un tipo di malware auto-replicante, programmato per corrompore o modificare i programmi e i file del pc. In qualche caso, un virus può rallentare il computer o bloccarlo. I virus si diffondo in vari modi, ma uno dei più comuni è attraverso allegati email infette. Prima di aprire qualsiasi allegato che ti fa sorgere qualche dubbio (anche da mittenti che conosci), chiedi conferme da chi te l’ha mandato.

14 – Personally identifiable informations

In italiano si traduce con informazioni di identificazione personale, cioè quei dati sensibili che servono a identificate, localizzare o contattare una persona. Il numero della patente, piuttosto che le informazioni riportate sulla carta d’identità ne sono un esempio, spesso usati per rubare l’identità di qualcuno. Bisogna usare estrema cautela quando forniamo i nostri dati online e per maggiore sicurezza, si dovrebbe disabilitare la funzione di auto compilazione sul browser.