Tecnologia VoIP e disaster recovery: cosa c’è da sapere

Il patrimonio di un’impresa non è legato soltanto agli utili che produce e alle persone che ne fanno parte ma comprende anche l’insieme di dati, sistemi ed infrastrutture sviluppati nel corso del tempo.

La Tecnologia VoIP e disaster recovery

Alcuni eventi naturali, come terremoti, incendi, attacchi informatici ed altre tipologie di disastri non facilmente prevedibili, possono causare la perdita di questo patrimonio.

Ecco perché, grazie anche ai passi da giganti della tecnologia, si è cominciato a parlare di concetti come disaster recovery, crisis management e business continuity. In particolare, il disaster ricovery si riferisce all’insieme delle misure necessarie per ripristinare il corretto utilizzo di dati e sistemi informatici che potrebbero aver subito gravi danni.

Predisporre un accurato piano di disaster recovery è, dunque, fondamentale per non dilapidare parte del patrimonio dell’impresa e per permettere all’azienda di ricominciare a produrre anche dopo gravi disastri.

In questo processo, un ruolo importante può essere svolto dalla tecnologia VoIP. Ecco come essa può essere utilizzata nell’ambito del disaster recovery.

Garantisce la continuità delle comunicazioni

La tecnologia VoIP prevede l’utilizzo dei sistemi di comunicazione cloud. Di conseguenza, i servizi di comunicazioni si caratterizzano per un grado di affidabilità più elevato. Grazie al cloud è possibile reindirizzare il traffico e mantenere attivo il flusso di comunicazioni, indipendentemente dalle interruzioni che potrebbero verificarsi.

Del resto, le piattaforme che impiegano il cloud sono esenti dai limiti e dai vincoli imposti dalla telefonia tradizionale e consentono un facile recupero dei dati.

Consente l’utilizzo di connessioni secondarie

Se un disastro naturale causa l’interruzione del servizio di connessione, i provider VoIP potrebbero implementare connessioni secondarie che permettono di portare avanti le comunicazioni tra tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento e dispongono, dunque, delle credenziali e dell’autorizzazione per l’accesso al servizio.

Non crea interruzioni ai flussi di comunicazione

Qualora si verifichi un disastro, i provider VoIP, soprattutto nel caso in cui siano ospitati in un luogo diverso da quello in cui si trova l’azienda, non subiranno gravi conseguenze. Dunque, anche se i dipendenti dell’azienda potrebbero non aver accesso ai locali in cui si svolgono le attività produttive, sarà ugualmente possibile accedere alla piattaforma VoIP attraverso un Mobile Device ed entrare nell’area in cui sono disponibili i servizi online, così da ripristinare le comunicazioni.

Permette l’accesso indipendentemente dal luogo in cui ci si trova

Uno dei vantaggi ottenibili dall’utilizzo della tecnologia è sicuramente quello della possibilità di accedere in remoto (o per chi lavora in smart working) al sistema VoIP. Ciò permette di ricreare lo stesso sistema di comunicazione che era presente prima che si verificasse il disastro. Basterà, infatti, accedere alla piattaforma VoIP, con la consapevolezza che qualunque informazione salvata prima che accadesse il disastro non è stata persa.

Riduce al minimo l’impatto del disastro sull’hardware

Se non c’è la possibilità di accedere agli uffici, grazie al VoIP è possibile utilizzare un’applicazione softphone per tablet, smartphone o laptop. Si tratta di un’applicazione che permette di effettuare chiamate con il proprio device ma utilizzando un numero fisso. Grazie ad essa è possibile, ad esempio, ricevere regolarmente le telefonate commerciali ed accedere ai messaggi vocali anche al di fuori dell’ufficio. Addirittura, esiste anche l’opportunità di prelevare il telefono dalla scrivania, portarlo a casa, collegarlo ed effettuare le chiamate, proprio come avverrebbe in ufficio.

Permette una facile attivazione di sistemi di monitoraggio

Quando si parla di disaster recovery, l’attivazione di un sistema di notifica può essere davvero molto utile, specie quando l’azienda ha bisogno di sapere se è necessario procedere alla messa in funzione di un piano di backup. La tecnologia VoIP è dotata di diversi sistemi di monitoraggio per le reti SIP locali. Del resto, anche pochi minuti di inattività possono rivelarsi estremamente dannosi per un’impresa, soprattutto per le aziende che basano parte del loro business sulla conclusione di transizioni telefoniche.

Conclusioni

Scegliere un sistema VoIP affidabile permette di portare avanti normalmente le comunicazioni con fornitori e clienti anche durante un disaster recovery. Inoltre, è possibile ricevere chiamate in entrata e coordinare il proprio team senza troppe difficoltà.

Chiaramente, a fare la differenza, sotto questo aspetto, è la qualità del provider VoIP scelto. Maggiori sono le prestazioni che esso riesce a garantire, meno complicata e più performante sarà la gestione dei vari processi aziendali anche in un momento particolarmente difficile e complicato.